L'ULTIMA TEMPESTA

25 giugno 2000 - Teatro A. Rendano (Cosenza


Ideazione e regia di Paolo Gagliardi; Coreografie di Paolo Gagliardi, Helena Gosling e Rossella Sardegna; Con la partecipazione straordinaria di Francesco Milana (Teatro dell'Opera di Roma) nel ruolo di Ferdinando; Musiche di Autori Vari; Testi tratti da "La tempesta" di William Shakespeare; Foto Fabio Aroni;


La tempesta rappresenta una escursione similare nel mondo della fantasia e della fiaba, del magico e del soprannaturale, ed è questa l'atmosfera riprodotta nello spettacolo. Le vicende, rappresentate attraverso la danza e alcuni brani recitati, possono essere immaginate nel presente o anche in un futuro che non ha una collocazione spazio-temporale precisa. Il Prospero di Shakespeare suscita tempeste e naufragi predisponendo dei destini dei personaggi. Il nostro Prospero calpesta le tavole di un palcoscenico, regista che dirige tutte le figure che su quel palco si avvicendano, che esistono in quanto frutto della sua creazione artistica e che si muovono secondo un disegno da lui costruito.