Con gli allievi di DANCE PROJECT e le diplomande

MARIAFRANCESCA ARCURI, AGNESE BRUNI, CLARISSA MAZZUCA, CAROLINA SCARNATI

E la partecipazione di ( compagnia BRUZIA BALLET) FRANCESCA BARTUCCI, ORLANDO CAPITANO, PAOLO GAGLIARDI, CARMINE REDA


Note di regia


Il famosissimo verso del quinto canto dell’inferno di Dante,dove egli incontra i peccatori di lussuria (Lust),ovvero quelli “che alla ragion sommettono il talento”, è il tema scelto per i due spettacoli allestiti per la fine dell’anno accademico 2009/2010. Protagonisti sono appunto coloro i quali hanno seguito il cuore piuttosto che la ragione. Semiramide, Cleopatra, Elena, Paolo e Francesca in Lust ,così come Niky e Alex in SCUSA SE TI CHIAMO AMORE, sono personaggi che, pur se distanti tra loro, visti da quest’ottica sembrano molto più vicini. Per un motivo o per un altro tutti loro si sono abbandonati ai moti del cuore, in totale contrasto con ciò che invece la razionalità suggeriva. Più che “lussuriosi” – termine che oggi ha sicuramente un’ accezione più carnale di quanto lo avesse all’epoca di Dante – potrebbero definirsi “passionali” . Riflettendo su cosa sarebbe la vita senza amore e su cosa sarebbe l’amore stesso senza passione, forse i nostri personaggi potrebbero trovare, se non proprio assoluzione, almeno comprensione per il loro “peccato”.


Alex ha quasi trentasette anni ed è un pubblicitario in carriera che si è appena lasciato con la sua “eterna” fidanzata Elena. Niky ha quasi diciotto anni, frequenta l’ultimo anno del Liceo Classico e passa il tempo libero con il suo fidato gruppo di amiche, le O.N.D.E. dalle iniziali dei loro quattro nomi cioè Olly. Niky , Diletta ed Erica . In una trafficata mattina romana, Niky e Alessandro hanno un incidente stradale, fortunatamente senza conseguenze. Niky si trova in difficoltà, visto che non può guidare il suo motorino ormai rotto e si fa accompagnare a scuola dal suo investitore il quale accetta volentieri. Dopo quell’incidente Alex entra nel mondo di Niky. In seguito, i due si incontrano e passano del tempo insieme, il rapporto tra loro cresce giorno dopo giorno e tra i due nasce una tenera storia. Ad ostacolarli c’è la differenza d’età : Niky non sa come poter raccontare alle amiche, le O.N.D.E. (Olly, Niky,Diletta,Erica) , la sua storia amorosa con un uomo di vent’anni più grande, e non sa come presentarlo ai suoi genitori o come potrebbe andare in vacanza con lui. Niky non sa proprio come “definire” Alex ed alla fine risolve dicendogli “Scusa, ma ti chiamo amore”. Un altro ostacolo si introduce fra la storia di due innamorati, la fidanzata precedente di Alex , Elena, torna in scena dopo averlo lasciato. Alex lascerà Niky, facendo finta che sia per i problemi della differenza di età. La ragazza rimarrà sola e con il cuore spezzato e capirà le vere ragioni della loro rottura solo dopo che vede Alex ed Elena insieme. Dopo gli esami, Niky parte per le vacanze in Grecia con le sue amiche O. N.D.E. Alex invece , capisce di non amare più Elena e lascia, poi scrive una lettera a Niky e parte verso l’isola con il faro di cui proprio Niky gli aveva parlato e dove impiegherà il suo tempo aspettandola.

SCUSA MA TI CHIAMO AMORE

22 giugno 2010 - Teatro A. Rendano (Cosenza)

                 

Regia PAOLO GAGLIARDI

Coreografie PAOLO GAGLIARDI, HELENA GOSLING

Assistenti alle coreografie FRANCESCA BARTUCCI, ORLANDO CAPITANO

Recitazione SUSANNE VOPENTESTA canto FRANCESCO PIGNATARO

Assistente di scena EMILIA MOLDOVAN

Scene RUBINACCI (Napoli) Costumi XANTO (Palermo)

Luci BARTOLETTI fonica SOUND FACTORY

Acconciature e trucco ROSA DI PUPPO (Donna ok-Rende) Foto e riprese video FOTOCIAK (Cosenza)